Cos'è il Mastering?

Il mastering è lo step finale della post-produzione audio.Lo scopo del mastering è quello di bilanciare gli elementi sonori di un mix stereo e ottimizzare la riproduzione attraverso tutti i sistemi e formati multimediali. Tradizionalmente, il mastering viene fatto usando strumenti di equalizzazione, compressione, limiter e rinforzo stereo.

Pensiamo al mastering come un collante, una finalizzazione che ottimizza la qualità di riproduzione su tutti i dispositivi – dalle casse dell’iPhone ad un potente impianto di un club. Il mastering congiunge il divario tra artista e consumatore. Il termine stesso deriva dall'idea di una copia master. Tutte le copie o duplicati dell’audio provengono dal master. Queste copie possono essere distribuite su più formati come vinile, cd o cassetta e servizi di streaming come Spotify, iTunes e SoundCloud. Inoltre il mastering permette la correzione di sibili, click o piccoli errori persi nel mix finale e garantisce anche l’uniformità e la coerenza del suono tra più tracce in un album. In definitiva, ciò che il mastering fa, è di creare una sensazione di pulito e coerente attraverso tutto il tuo audio.

Perché masterizzare?

L'obiettivo del mastering è quello di garantire che il vostro audio suonerà al meglio possibile su tutte le piattaforme. La musica non è mai stata riprodotta in più formati e dispositivi come al giorno d’oggi. Anche se stai registrando e mixando in uno studio da milioni di dollari, o registrando in condizioni inferiori di quelle ideali, hai comunque bisogno del controllo finale di qualità del mastering. Questo garantisce che il tuo suono sarà sentito come inteso.

Un buon lavoro di masterizzazione rende un album coerente ed equilibrato in tutti i brani. Senza il mastering, le singole tracce possono suonare disconnesse in relazione con le altre.

Qual’è la differenza tra mixing e mastering?

Il mixaggio ed il mastering condividono simili tecniche e strumenti di elaborazione e per questo vengono spesso confusi. I due processi sono decisamente differenti. Il mixaggio tipicamente si riferisce ad una registrazione multitraccia, mentre il mastering è il tocco finale di un mixaggio. Pensa in questo modo:

Il mixaggio

Mixare è tutto ciò che riguarda il come far lavorare le singole parti o strumenti, in modo da funzionare come canzone. Immagina che sia come costruire una macchina. Tutte le parti della macchina devono essere assemblate bene per un corretto funzionamento. Il processo di mixaggio è rendersi sicuri che tutte le parti siano al proprio posto.

Un buon mix dovrebbe facilmente fluire nel processo di masterizzazione. Dai un'occhiata a questo post utile su come preparare i brani per la masterizzazione.

Il mastering

Ora pensa al mastering come fosse il miglior autolavaggio di sempre. Vuoi che la tua nuova auto sia più lucida e brillante possibile. Il mastering lucida tutto per una brillantezza perfetta. Mette benzina nel serbatoio e l’olio in tutte le parti mobili per ottenere le migliori prestazioni possibili.

Ingegnere di Trasferimento

Nel 1948 nacquero i primi veri ingegneri di mastering. Grazie al registratore a nastro magnetico cambiò il gioco di registrazione. Prima di questo non vi era alcuna copia master, in quanto i dischi venivano registrati direttamente sul vinile da 10 pollici.

Ingegnere di Taglio

Nel 1957, il disco in stereo in vinile è venuto sul mercato. Gli ingegneri di mastering hanno iniziato ad applicare le tecniche per far suonare i dischi più forte. Il volume ha portato ad una migliore riproduzione radio e vendite di vinili più elevate. Questo ha segnato la nascita della guerra di volume che va ancora avanti al giorno d’oggi.

Ingegnere di Mastering

Nel 1982 il CD ha rivoluzionato il mastering. I vecchi mastering in vinile sono stati sostituiti da CD digitali, anche se molti degli strumenti analogici rimasti gli stessi. Le cose sono cambiate nel 1989, quando il primo DAW, con il software per la masterizzazione, ha offerto una sorprendente alternativa al processo.

Quindi che cosa fa il mastering?

Il mastering è un procedimento complesso. Di seguito le tecniche coinvolte:

Restauro audio

Questo passaggio consente di risolvere alcuni inconvenienti nel mix originale, come i clic indesiderati, i pop o i sibili. Questo aiuta anche a correggere i piccoli errori che si distinguono quando un audio non masterizzato viene amplificato.

Aumento stereo

L’aumento stereo tratta il bilancio spaziale (da sinistra a destra) del vostro audio. Fatto nel modo giusto, questo allarga il mix aiutandolo ad ottenere un suono più grande. Può anche contribuire a stringere la vostra immagine centrale sulla fascia delle basse.

Equalizzazione

L’equalizzazione corregge eventuali squilibri spettrali e valorizza gli elementi che hanno bisogno di distinguersi. Un mastering ideale è ben bilanciato e proporzionato. Ciò significa che nessuna specifica gamma di frequenza viene lasciata fuori. Un pezzo audio equilibrato suona bene su qualsiasi sistema di riproduzione.

E 'un po' come la fotografia, è possibile rendere il cielo più blu, i verdi più verdi.

Ian CooperIngegnere di mastering

Compressione

La compressione corregge e migliora la gamma dinamica del mix e mantiene i segnali più forti sotto controllo, mentre solleva le parti più silenziose. Questo processo attribuisce all’audio un’uniformità migliore nel complesso. La compressione aiuta a coagulare le parti che potrebbero essere meno coesive di quanto dovrebbero essere.

Volume

L'ultimo processo della catena di mastering è solitamente un particolare tipo di compressore chiamato “limiter” (Limitatore). I limiter settano un adeguato volume complessivo e creano un soffitto di picco. Limitando si ottiene un competitivo alto volume della traccia senza permettere alcun clip che potrebbe portare a distorsioni.

Riduzione della profondità bit e conversione della frequenza di campionamento

La conversione della frequenza di campionamento o “dither” dipende dal supporto di uscita finale. Ad esempio, se si sta progettando di stampare su CD, si dovrà convertire in 44,1 kHz a 16 bit e quindi potrebbe essere necessario convertire il file per raggiungere lo standard del formato.

Sequenza e spaziatura

Sequenza e spaziatura è uno dei passaggi finali di mastering. Su un album o EP questo processo dispone l'audio in ordine. Per spaziatura si riferisce a quanto silenzio si mette tra ogni traccia.

L’audio dopo il mastering finale

Pensa al mastering come il ponte tra la creazione e la condivisione. Dopo la masterizzazione, l'audio dovrebbe suonare completo, uniforme, professionale ed equilibrato. Sia che lo condividi online come download gratuito o che stampi una massiccia serie di vinili, un buon mastering permette di rilasciare il proprio lavoro con fiducia – non importa dove è suonato.

Ascolta la differenza

Electronic
Fever, Tiga
Indie
Try to be, Blue Hawaii
R&B
Freakazoid, Govales
Songwriter
'Til It Happens To You, Diane Warren
Artist Tiga
Artist Blue Hawaii
Artist Govales
Artist Diane Warren

Masterizzare con LANDR.

Aggiungi più colore e chiarezza al tuo sound. Guidato da algoritmi intelligenti e un'interfaccia web semplice da usare.

Prova LANDR gratuitamente
Newsletter
Sottoscrivi
LANDR © 2018 Tutti i diritti riservati.
Politica sulla Privacy
Termini di Servizio